mercoledì 11 marzo 2015

Resistenza o Resilienza?

Quando parliamo di atteggiamento di fronte alle difficoltà, tante potrebbero essere le reazioni, sicuramente la natura, durante la nevicata dello scorso gennaio, mi ha fatto riflettere sulle diverse possibilità.

Camminando per la campagna ci sono grandi alberi, forti e resistenti, completamente distrutti dal peso della neve e alberi meno robusti che non hanno subito danni rilevanti e sono ancora in piedi nonostante le previsioni.
Cosa li ha salvati dal peso di 40 Centimetri di neve?


La loro capacità di adattarsi, non quella di resistere...è come un "barcollo ma non mollo".

La Resilienza è un termine preso in prestito dall'ingegneria che definisce la capacità di un materiale di deformarsi quando viene sottoposto a un carico, a un urto o a una deformazione prima di giungere alla rottura e di riacquistare la propria struttura e la forma originaria.

Ora il termine definisce anche la capacità di riuscire a far fronte ad esperienze traumatiche nonostante le avverse previsioni per poter ritornare allo stato iniziale.

È la capacità di risalire la vetta dopo una caduta disastrosa, di riuscire a trovare risorse nuove e strade insolite per cavarsela....è la creatività come scelta di vita.

Esercizio:
Coltiviamo la Resilienza dentro di noi.

Concentriamoci sul presente e ascoltiamo cosa dice il corpo.
Mettiamo una mano sul nostro Cuore che Batte e pensiamo solamente a questa cosa meravigliosa che sta succedendo,  è la prova che tutto sta andando per il verso giusto.
Il Battito del Cuore rappresenta la Vita e la Speranza. Ci dá Ottimismo e Serenità.

È una risorsa sempre pronta ad aiutarci, è il nostro unico e personalissimo ritmo...
che chiede solamente di essere ascoltato.



Nessun commento:

Posta un commento

Tra breve tempo ti arriverà una risposta, grazie.

L'importanza dei Materiali nel Setting

In ogni lavoro di gruppo che si prenda cura del Benessere Psicofisico di una persona, l'operatore deve sempre prestare grande attenzion...