martedì 24 febbraio 2015

Respiriamo Sempre in modo Corretto? Suggerimenti da mettere in Pratica.


Il respiro è un ritmo che ci accompagna durante tutta la vita, da energia, ci fa sentire i differenti stati d'animo e influisce sul nostro stato di benessere.
Respirare correttamente, in fase di riposo, è una grande risorsa in quanto mette i nostri organi interni in una situazione di stand by, nel senso che crea una risonanza positiva in tutto il nostro organismo.
E se capita nella giornata di trattenere il respiro? 
Questo può succedere in diversi momenti: quando faccio uno sforzo, o quando sono sotto pressione, oppure quando mi spavento o in fase di concentrazione.
Trattenere il respiro è normale ma rendersene conto potrebbe aiutarci a tornare il più velocemente possibile a una fase di inspirazione ed espirazione più tranquilla e naturale.
Non va dimenticato che attraverso la respirazione, nella fase di inspirazione immettiamo ossigeno e in quella di espirazione eliminiamo le sostanze tossiche che abbiamo prodotto. L'ossigeno è indispensabile per il buon funzionamento della mente e del corpo, deve essere integrato regolarmente nel nostro organismo. 
Quindi fermiamoci a pensare al nostro respiro come se fosse un bambino che comincia a camminare. 
Ha bisogno, inizialmente, di tutte le nostre attenzioni, non possiamo lasciarlo solo, spesso cadrà e non continuerà a camminare in modo cadenzato e regolare se non lo prenderemo per mano. Poi allenteremo la presa e il respiro-bambino continuerà per la sua strada.
Così dobbiamo fare per prendere consapevolezza del nostro respiro: darci il  tempo di respirare, dedicare durante la giornata qualche pensiero a questa nostra creatura così importante per la salute psico-fisica e fare, quando possibile, dei semplici esercizi di visualizzazione/respirazione.
Le espressioni:" restare con il fiato sospeso" o " tirare un sospiro di sollievo" sono emblematiche.

Per abituarci a respirare bene, quindi , per prima cosa serve avere consapevolezza del respiro.
Nel Training Autogeno, il quarto gradino per arrivare al benessere psico-fisico e a una fase successiva di rilassamento è proprio quello del respiro, con la finalità di prestare attenzione e darci il tempo di ascoltare il nostro personalissimo respiro.

Esercizio:
Potremmo farlo ogni mattina, come un rituale: respirare, ma farlo veramente!!
Mettiamoci in una posizione comoda, preferibilmente in piedi,  ben ancorati al pavimento e con le ginocchia morbide.
Partiamo dall'espirazione. Buttiamo fuori lentamente l'aria, senza fatica, con l'immagine di soffiare delicatamente per formare una grande bolla di sapone, poi riempiamo i polmoni, succede automaticamente dopo averli svuotati, senza sforzo eccessivo.
Respiriamo almeno sei volte, ascoltando la musica del respiro e prestando attenzione al nostro corpo che trascorre quei pochi momenti in armonia con la nostra mente.
Quando abbiamo visualizzato sei bolle di sapone, ci possiamo fermare.

( foto presa dal web, nel caso violi il copyright segnalatelo, verrá rimossa)

Nessun commento:

Posta un commento

Tra breve tempo ti arriverà una risposta, grazie.

L'importanza dei Materiali nel Setting

In ogni lavoro di gruppo che si prenda cura del Benessere Psicofisico di una persona, l'operatore deve sempre prestare grande attenzion...